Select Page

AECI – DICHIARAZIONE DI IMPOTENZA! MA NOI AVREMMO UN’ESIGENZA

AECI – DICHIARAZIONE DI IMPOTENZA! MA NOI AVREMMO UN’ESIGENZA

Siamo alla follia, oltre ogni vergogna: 10 gennaio 2018, il Direttore Generale di AeCI, Giulio Cacciatore, firma una comunicazione inviata a tutti i presidenti di Aero Club, ai presidenti delle STS Sportive, al Segretario Generale del CONI Fabbricini. Ecco il testo, che sembra scritto dalla Luna:
Oggetto: Aero Club d’Italia, attività istituzionale e sportiva 2018

Si comunica che, in mancanza dei decreti di nomina del Presidente AeCI, dei membri del Consiglio Federale e del Presidente della Commissione Centrale Sportiva Aeronautica (CCSA), ex Art. 21, p. 1 e 2 dello Statuto vigente, ogni attività istituzionale dell’Aero Club d’Italia che necessiti dei provvedimenti di approvazione da parte dei suddetto Organi NON potrà essere svolta.
In particolare, si precisa che l’attività agonistica nazionale ed internazionale 2018, in mancanza dei regolamenti tecnici annuali delle specialità sportive, della programmazione della partecipazione delle squadre nazionali a competizioni internazionali 2018 e di ogni altro provvedimento demandato dallo Statuto alle competenze della CCSA e/o al Consiglio Federale dell’Ente, NON potrà essere effettuata.
Si resta comunque a disposizione per ogni eventuale esigenza.
Cordiali saluti
Il Direttore generale
(Gen. Giulio Cacciatore)

Mi chiedo se il DG di AeCI si sia reso conto di cosa ha firmato (d’altronde lo stipendio lo prende e qualche firma deve pur metterla, anche se ne farebbe volentieri a meno), e mi chiedo se quel “NON” in maiuscolo, sciatto e grammaticamente scorretto, sia stato messo per far capire meglio il senso di una comunicazione davvero incredibile, lunare, una dichiarazione di impotenza che infanga l’intero ente, il governo (e il ministro Luca Lotti) che fa il pesce in barile, magari rimandando tutto a dopo le elezioni e togliendosi una rogna dalle balle, e che infanga i nostri atleti, le loro medaglie che tanto sono state sbandierate da AeCI. Appena pubblicata questa perla sono stato subissato di telefonate e messaggi da parte di atleti e organizzatori: “Dimmi che non è vero – Non ci posso credere – Ma che facciano qualcosa subito…”. E un pilota che ha dato tantissimo all’Italia mi ha detto (riporto le parole testuali, tanto siamo tutti adulti a sufficienza): “Ma quella presa per il culo finale ‘Si resta a disposizione per qualsiasi esigenza’ vuol dire che posso andare a via Cesare Beccaria a prenderli a calci in culo? Sai, in questo momento è la mia unica esigenza, poi cambio nazione per gareggiare”

Ultima nota: urge la nomina di un commissario per AeCI, rimandarla e fermare ogni attività di AeCI vorrebbe dire ufficializzarne l’inutilità. A quel punto meglio cancellarlo piuttosto che farci compatire dal mondo. Infine, gli atleti che non abbiano la possibilità di recarsi in AeCI per sfogare le loro esigenze, si rivolgano ai Presidenti di Aero Club che hanno votato un impresentabile. Chiedano aiuto a loro… (rb)

Advertisement

2 Commenti

  1. Pierluigi

    Questa cosa mi ricorda che l’Italia rigurdo al volo non si sta’ americanizzando. Sembrava tutto più snello di qualche anno fa Visite mediche con parametri di idoneità più semplici che in passato, più aeromobili per poter volare, ma vedo che alla fine è un triste abbaglio. I costi ancora esorbitanti e volare è rimasto appannaggio di pochi, che vi aspettavate da un ente che dovrebbe battersi per rendere il volo possibile e ne avrebbe pure la possibilità ma non l’interesse.

    Rispondi
  2. Giuseppe Mastromichele

    Non ho parole….
    Spero solo che i piloti Italiani presenti alla attuale Superfinale di Parapendio in Roldanillo (Colombia), possano portare a casa i loro risultati!

    Questo come tanti altri motivi simili, fanno si che io sia arrivato ad odiare il mio paese, ormai chiaramente in preda alla follia più totale, non essere capaci di cambiare sistemi fallimentari e sopratutto non construttivi per le discipline di competenza o situazioni analoghe. Incompetenza!

    L’EGO che erge da tutti coloro che possiedono una “Poltrona che genera denari” si concretizza con il sistema mafioso, il modo di vivere qualsiasi forma di competenza si riduce solo ed esclusivamente a materiale cartaceo con richieste indecifrabili per l’attività in se, perdendo l’obbiettivo principale e soprattutto la professionalità!

    Basterebbe mirare allo scopo dell’esistenza di ogni singolo organo che rappresenti le attività di propria competenza per essere più produttivi, e non alle poltrone o gli incarichi che possano riempire le proprie tasche!

    E’ una pena, e la delusione non ha confini !

    Tradurrò questo documento in lingua Inglese e lo condividerò nei social-media coinvolgendo il mondo del volo libero!!

    Perchè credo sia giusto nell’èra in cui vivo che tutti conoscano cosa succede in Italia!!

    E’ ora di farla finita !!!!!!!!!!!!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti è piaciuto?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI !

Ti è piaciuto ?

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI